Dal 1972, il Circolo Arci Dallò è un centro di vita associativa, autonomo, apartitico, democratico e progressista che non persegue finalità di lucro. Scopo dell’associazione (Associazione di Promozione Sociale, senza finalità di lucro, ai sensi della legge 383/2000) è promuovere attività di utilità sociale, culturali, sportive, turistiche e ricreative contribuendo in tal modo alla crescita culturale e civile dei propri soci. Tutti i campi in cui si manifestano esperienze culturali, ricreative, formative e tutti quelli in cui si può dispiegare una battaglia civile contro ogni forma di ignoranza, di intolleranza, di violenza, di censura, di ingiustizia, di discriminazione, di razzismo, di emarginazione, di solitudine forzata, sono potenziali settori d’intervento del Circolo.

La sede del circolo è collocata in uno splendido edificio (“Ex Casa del Fascio”) nel pieno centro di Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova. L’Arci Dallò dispone di uno spazio invernale per concerti e rappresentazioni teatrali e di un ampio cortile per gli eventi estivi. Sono inoltre presenti al piano superiore una sala polifunzionale per corsi e riunioni ed una sala attrezzata per corsi di ballo o ginnastica. Il circolo è inoltre interamente collegato ad una gratuita connessione internet Wi-Fi.



L’ingresso, gli eventi e le consumazioni sono riservate ai tesserati Arci (più di 17.000 nella sola provincia di Mantova di cui circa 1100 presso il Dallò nel 2011). La tessera annuale, insita nella struttura associativa, è valida per accedere a qualsiasi circolo arci d’Italia. Al Dallò la quota sociale ammonta a 13 € e comprende, oltre alla copertura assicurativa, una vasta serie di agevolazioni a livello sia nazionale che territoriale. Per diventare soci è possibile compilare la domanda facendone richiesta direttamente in sede oppure scaricarla e portarla compilata al circolo. Vi ricordiamo che per diventare soci è necessario condividere i principi e i valori contenuti nello statuto del circolo.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo

L’organo decisionale del circolo, denominato “consiglio direttivo”, viene eletto ogni 3 anni dagli associati ed è composto da nove soci che, tramite riunioni aperte a tutto il corpo sociale, prendono le decisioni necessarie per la vita dell’associazione. Ecco la lista degli attuali componenti del consiglio:

Presidente: Franca Vedovi
Vicepresidente: Marco Monici
Segretario: Valentina Botturi
Consigliere: Emanuele Tosi
Consigliere: Laura Castellini
Consigliere: Giulia Marino
Consigliere: Ivan Carletti
Consigliere: Lorenzo Rossi
Consigliere: Enrico Cauzzi

Revisore dei conti: Alessandro Alberti
Revisore dei conti: Olga Kashkarov
Revisore dei conti: Lorenza Rotundo

Scadenza del mandato: Maggio 2019

LA STORIA

1866 – 1925

La “vocazione sociale” dell’immobile che attualmente costituisce la sede del circolo Arci Dallò, ebbe inizio nel 1866 con l’instaurazione al suo interno della Società del “Gabinetto di lettura”. L’inizio del XX secolo vide la trasformazione del “Gabinetto di Lettura” in Circolo del Caffè “Umberto I°”, dal nome dell’allora attuale Piazza Ugo Dallò. Alla fine della Grande Guerra si costituisce una Società Anonima Cooperativa, denominata “La Rinascenza”, che gestisce il Circolo fino al 1925.

1925 – 1945

Con lettera datata 23 ottobre 1925, il Presidente ed il Segretario del Circolo convocano l’assemblea degli iscritti per deliberare la cessione del Circolo alla Sig.ra Pavoni Ida. I tre diventano ben presto personaggi di spicco della locale sezione del Partito Nazionale Fascista. Nel 1934 viene promossa una sottoscrizione popolare, caldeggiata dalla frangia fascista locale, cui aderiscono, più o meno volontariamente, circa 300 famiglie castiglionesi con denaro, prodotti e opere, per la riacquisizione dell’immobile, che, nel frattempo, ha continuato la propria attività in forma privatistica sotto la gestione della Rinascenza. Pur mantenendo la propria destinazione di Circolo Cittadino, dal 12 maggio del 1935 viene trasformato nella “Casa del Fascio”, affiliata all’Opera Nazionale Dopolavoro.

1946 – 1972

Il 18 giugno 1946, in applicazione dell’DL 159 Art. 38 del 27 luglio 1944, tutti i beni immobili dell’ex Partito Fascista passano al Demanio Patrimoniale dello Stato, e fra questi anche l’immobile di cui sopra, i cui locali continuano ad ospitare un Circolo, affiliato all’Enal (Ente Nazionale Assistenza Lavoratori) e con un contratto fino al 1972.

1972 – 2015

Nel 1972, con lo scioglimento dell’ENAL, i soci del Circolo, sotto la Presidenza di Silvino Beschi, decidono, previa votazione assembleare, di affiliarsi all’ARCI (Associazione Ricreativa Culturale Italiana), subentrando nel contratto d’affitto in essere.

Il nome dell’associazione, conferito in questo passaggio, deriva, come la Piazza in cui ha ubicazione, dalla figura di Ugo Dallò (1873 – 1937) che svolse gran parte della sua passione politica nel territorio castiglionese, diventando segretario provinciale del partito socialista nel 1914. Antifascista, autore di biografie riguardanti meritevoli operai mantovani e stimato imprenditore nel settore tessile si vide costretto ad abbandonare Castiglione, trasferendosi a Milano, dopo che la sua casa venne bruciata in un’azione fascista nel 1921, senza comunque smettere di svolgere la sua attività di opposizione al regime.

Dal 1972 il Circolo, diventato Arci, inizia sviluppare molteplici attività culturali e sociali, rivolte a tutte le generazioni: dal pulmino per il trasporto urbano degli anziani, alle iniziative di raccolta di beni e di fondi per situazioni di disagio, all’organizzazione di corsi più disparati ospitando inoltre altre associazioni come il CAI, Circolo della Fotografia e Club Anni d’Argento.

Con l’avvento del nuovo millennio, il circolo assume una connotazione più “giovanile” diventando luogo di aggregazione e di incontro per ragazzi provenienti non solo da Castiglione ma da tutto il circondario. Dal 2010 al 2013 I giovani diventano protagonisti di una fortunata, singolare e positiva esperienza di autogestione in completo volontariato, della durata di tre anni, nel corso dei quali, oltre alla gestione ordinaria, è loro merito anche l’aver provveduto alle manutenzioni dell’immobile.

OGGI

Attualmente, dopo 45 anni di attività il circolo Arci Dallò è in trattative col Comune di Castiglione Delle Stiviere e l’Agenzia Demaniale dello Stato per mantenere la sede storica dell’associazione e per realizzare un progetto di valorizzazione culturale dell’immobile che potrebbe permettere la continuazione delle attività sociali nella sede storica dell’associazione.

LE PRESIDENZE NEGLI ANNI

– Franca Vedovi (2013 – oggi)
– Marco Monici (2010 – 2013)
– Nadjr Treccani (2008 – 2010)
– Angelo Piceni (2006 – 2008)
– Giovanni Tosi (1985 – ..)
– Silvino Beschi (1972 – ..)
…In fase di aggiornamento